Ammissione

Conformemente al D.M. 270/2004, per essere ammessi ad un corso di laurea magistrale occorre essere in possesso della laurea o del diploma universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo. Inoltre, in linea con le vigenti norme ministeriali, l’accesso al Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale è subordinato alla preliminare verifica del possesso di specifici requisiti curriculari previsti dal Corso e dell’adeguatezza della personale preparazione che può dar luogo a debiti formativi da colmare preliminarmente all’immatricolazione.

L’iscrizione al Corso di Laurea Magistrale può essere consentita anche ad anno accademico iniziato, purché in tempo utile per la frequenza ai corsi.

Requisiti curriculari

– Studenti provenienti da omonimo Corso di Laurea di questo Ateneo

Si assume a priori il possesso degli specifici requisiti curriculari previsti per tutti gli studenti che hanno conseguito la Laurea Triennale omonima presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”. E’ prevista tuttavia una prova di ammissione per la verifica dell’adeguatezza della personale preparazione al fine di individuare eventuali carenze formative/curricolari che dovranno essere colmate prima dell’immatricolazione alla Laurea Magistrale.

– Studenti non provenienti da omonimo Corso di Laurea di questo Ateneo

I requisiti curriculari corrispondono a specifici crediti formativi (CFU) che devono essere posseduti in specifici ambiti (settori scientifico-disciplinari (SSD) o gruppi di SSD). I requisiti minimi sono i seguenti:

60 CFU per SSD di attività di base della Classe di Laurea L-9 Ingegneria industriale, tra cui:
– MAT/02 o MAT/03 o MAT/05 o MAT/06, almeno 18 CFU;
– MAT/09, almeno 18 CFU;
– ING-INF/05 o INF/01, almeno 6 CFU;
– FIS/01 o FIS/03 o CHIM/03 o CHIM/07, almeno 18 CFU.

45 CFU per SSD di attività caratterizzanti della Classe di Laurea L-9 Ingegneria industriale, tra cui:
– ING-IND/35, almeno 18 CFU;
– ING-IND/17, almeno 6 CFU;
– ING-INF/04, almeno 6 CFU.

E’ inoltre requisito di accesso la conoscenza di una lingua dell’Unione Europea di livello almeno B2, oltre la lingua italiana.

Eventuali debiti formativi, rispetto ai requisiti minimi, vanno colmati con il superamento di specifici esami, indicati dal Coordinatore del Corso di Studio, relativi a insegnamenti della laurea triennale omonima (i CFU acquisiti con il superamento dei debiti formativi non costituiscono crediti formativi della laurea magistrale). In tal caso verrà consentita l’iscrizione dello studente a singoli corsi con  contributo  d’iscrizione  fissato annualmente dagli organi di governo dell’Ateneo. L’immatricolazione al Corso di Laurea Magistrale sarà consentita solo dopo il superamento degli esami prescritti per colmare i debiti formativi e dopo la verifica dell’adeguatezza della personale preparazione e si potrà effettuare entro la scadenza fissata per le iscrizioni e le immatricolazioni dell’anno accademico di riferimento.

Verifica dell’adeguatezza della personale preparazione

La verifica della personale preparazione è obbligatoria per tutti gli studenti, e possono accedervi solo coloro in possesso dei requisiti curriculari. Questa consiste in una prova di ammissione, volta ad appurare il livello in ingresso dei candidati e ad individuare eventuali carenze che dovranno essere colmate prima dell’immatricolazione alla laurea magistrale.

– Prova di ammissione

Sono esonerati da tale prova gli studenti che hanno conseguito una media ponderata di voto su tutti gli esami di profitto non inferiore alla soglia specificata di seguito:

  • la media richiesta è di 24,5/30 se la Laurea Triennale è stata conseguita entro il quarto anno accademico a partire dall’anno accademico di immatricolazione, altrimenti la media richiesta è di 25,0/30.

Per lo studente non esonerato, la prova prevede una valutazione preliminare del
curriculum studiorum del candidato, con particolare attenzione al voto di laurea e ai voti conseguiti negli insegnamenti dei settori scientifico-disciplinari ING-IND/35, MAT/09, ING-IND/17, al fine di attestarne l’idoneità.

Lo studente dichiarato non idoneo dovrà sostenere un colloquio che verte sugli ambiti disciplinari riferiti ai settori scientifico-disciplinari ING-IND/35, MAT/09, ING-IND/17, e in particolare sui contenuti di al più due insegnamenti in cui lo studente è risultato tipicamente più carente. Sono previste al più tre sessioni di prove d’ammissione per a.a., successive rispettivamente alle sessioni di laurea di Ottobre, Febbraio e Aprile, con Commissioni esaminatrici composte da tre docenti e nominate dal Coordinatore.

Le modalità per colmare le eventuali carenze formative individuate al termine della prova di ammissione sono fissate dal Corso di Studio e tipicamente possono essere colmate sostenendo nuovamente e con esito positivo la prova di ammissione.

 


 

Per i Trasferimenti da altri Atenei o per i Passaggi di Corso (da altro CdS di questo Ateneo) si fa riferimento alle norme sull’Organizzazione Didattica della Macroarea di Ingegneria, pubblicate nella relativa Guida dello Studente e sul sito della Segreteria Studenti di Ingegneria. Per gli specifici requisiti curriculari vale quanto sopra riportato.

Per le procedure di immatricolazione (compreso le prove di ammissione), di iscrizione, passaggio di corso e trasferimento da altro ateneo, le scadenze ed i relativi versamenti di tasse e contributi si fa riferimento alla pagina web Futuri Studenti del sito web di Ateneo web.uniroma2.it. Tutte le informazioni saranno consultabili anche sul sito web ing.uniroma2.it.

N.B: Le informazioni di tipo burocratico amministrativo devono essere richieste esclusivamente alla Segreteria Studenti di Ingegneria.