Esame di Laurea Magistrale

Il conseguimento della Laurea Magistrale comporta il superamento di una prova finale. Tale prova consta di una dissertazione relativa ad una relazione scritta (tesi) preparata dallo studente su un argomento proposto da un docente della Macroarea di Ingegneria. Ad essa vengono assegnati 12 CFU. L’assegnazione della tesi avviene tramite compilazione, di concerto con il relatore, di un modulo di richiesta (disponibile nella sezione Modulistica).

Le sedute di Laurea Magistrale vengono fissate dal Coordinatore del Corso di Studi all’interno degli intervalli di tempo prefissati nel Calendario Accademico, e tali date –oltre che la composizione delle Commissioni di Laurea che dovranno valutare il laureandi– sono rese pubbliche dalla Segreteria Didattica:

La composizione delle Commissioni di Laurea Magistrale, che dovranno valutare i laureandi, vengono rese pubbliche mediante affissione in bacheca con sufficiente anticipo rispetto alla data delle sedute stesse.

Per sostenere la prova finale lo studente deve necessariamente iscriversi alla seduta di Laurea Magistrale compilando una domanda on-line entro i termini di scadenza fissati dalla segreteria studenti per la specifica sessione di laurea. Si consultino le seguenti informazioni.

Gli esami di profitto devono essere completati con sufficiente anticipo rispetto alla data prevista per la seduta di Laurea per consentire alla Segreteria Studenti di preparare la relativa documentazione necessaria.

La modulistica da consegnare presso la Segreteria Didattica è disponibile nella sezione Modulistica. Le scadenze per la consegna della modulistica in Segreteria Didattica (tipicamente entro 30 giorni giorni dalla data della seduta di Laurea) verranno indicate di volta in volta per ciascuna sessione.

Tutte le informazioni relative alla procedura e alla modulistica riguardanti la segreteria amministrativa (segreteria studenti) sono disponibili al link di seguito informazioni.

Il voto di laurea in 110-esimi viene determinato sommando un voto di base, un punteggio aggiuntivo sul curriculum e un punteggio relativo alla valutazione della prova finale. Il voto di base (in 110-esimi) è rappresentato dalla media ponderata per il numero di crediti attribuiti ad ogni esame: la media è calcolata su tutti gli esami sostenuti dallo studente. Il punteggio aggiuntivo sul curriculum vale fino a tre punti, di cui: al più due punti se lo studente ha superato esami con lode (un punto se sono state conseguite lodi per almeno 9 CFU, due punti se sono state conseguite lodi su almeno 18 CFU); un punto se lo studente ha sostenuto esami all’estero per almeno 12 CFU, nell’ambito di programmi di mobilità internazionale degli studenti riconosciuti dall’Ateneo (ad esempio: Erasmus+, Overseas) oppure se risulta immatricolato entro l’a.a. 2018/19 ed ha sostenuto l’ultimo esame entro due anni accademici dall’anno accademico di immatricolazione. Infine, alla valutazione della prova finale la Commissione esaminatrice può assegnare fino a sette punti. Allo studente che raggiunge il massimo voto di laurea (110 su 110) può essere essere attribuita la lode con parere unanime della Commissione se il voto di partenza in 110-esimi (escluso quello riservato alla prova finale) arrotondato all’intero più vicino è almeno pari a 104.